..............................



..............................

26/06/11 - SPEA FIM World Champ.: what about Japan? In French the round cancelled?

Japan yes, Japan not. While in Motogp riders seems to converge to the same opinion and requested a further commission to verify the radiation level present in Motegi, the Trial circus, is broken in two as usual.
On one side who does not believe to official news, often not telling exactly the truth on how big was this tragedy, and so does not want to take part of this trip in Nipponese land.
On the other side some people who fully trust FIM on what it can assure. But even the FIM, after a first realise where it was excluded any risk of radiations, sent an other press release in which the last word will be pronounced by the president, Mr. Ippolipo, in the GP of Mugello (Motogp).(read it below).
For sure, having been cancelled the last round in Poland, due to serious landslides after heavy rains and inundation occurred, in case of cancellation of the Japanese GP, too, the 2011 world champ would become very short.
To hold this, French club of Grasse, already organizers in 2009 of the last world round, is willing to host two rounds in the week-end of September, 3rd and 4th at Isola 2000. Anyway in this uncertain final of the championship, who suffers more are all the teams as they still do not know if buy or not the air ticket. We will see.

---------------------------------------------------------------------------------------

Giappone si, Giappone no. Mentre nella velocita’ i piloti sembrano tutti dello stesso parere, ed hanno richiesto un’ulteriore commissione per verificare il livello di radioattivita’ presente su Motegi, il mondo del Trial , tanto per cambiare, e’ spaccato in due.
C’e’ chi non crede alle fonti ufficiali, che hanno spesso taciuto sulla reale gravita’ della tragedia e non intende per nessun motivo essere parte della spedizione in terra nipponica.
C’e’ invece chi si fida cecamente di quanto la FIM continua ad assicurare. Tra l’altro proprio la FIM, dopo un primo comunicato in cui asseriva l’assoluta mancanza di rischio radiazioni sulla zona del GP, ovvero Motegi, e’ uscita con un altro comunicato (pubblicato qui sotto) in cui rimandava al Mugello,la settimana prossima, la decisione definitiva, ad opera del presidente Ippolito.
Certo che, dopo la cancellazione della prova in Polonia per gli smottamenti del terreno, dovuti alle recenti devastanti inondazioni, se si dovesse cancellare anche il Gp del Giappone, il mondiale 2011 diventerebbe molto corto.
A questo hanno gia’ pensato gli organizzatori di Isola 2000 di due anni fa, il moto club Grasse, che sarebbero disposti ad ospitare 2 prove nel week-end del 3 e 4 settembre.
Dunque in questa incertezza, chi soffre di piu’, sono ovviamente i team che non sanno ancora se prenotare il volo oppure no. Si vedra’.