..............................



..............................

08/02/11- One of us passed away: our friend Nello Zanini. .

Nello Zanini fought against the cancer for more than 1 year. He was 58. Trial rider, then clerk of course and observer. In this role he is well known to be very tough in his judgements, but always fair.
He was our clerk of course at the lately "Due Giorni della Val Pellice", when he was under chemotherapy treatment.
He never quit in his great passion and he did not surrend to his desease until the last days.
Trials world lost a great character and a great man.

08/02/12- Uno di noi ci ha lasciato: l'amico Nello Zanini. .

Stamane nella sua abitazione ci ha lasciato un grande personaggio del Trial Italiano, Nello Zanini. Si e’ arreso ad un male che affligge da sempre i nostri tempi: il cancro. Si e’ arreso non senza combattere, perché fino all’ultimo si e’ sottoposto ai tormenti di durissime “chemio”, perche’ lui apparteneva a quella generazione che non sapeva e non conosceva le rese facili.
Da pilota non ha voluto scegliere le categorie dei principianti, quelle che ti consentono le vittorie facili. Preferiva le sfide dure , la vera sfida che il trialista fa agli ostacoli della natura.
Poi nel Trial ha intrapreso il difficile mestiere del giudice, mestiere dove si e’ distinto per l’applicare il regolamento alla lettera, ovvero la scelta piu’ difficile, la via piu’ dura. La sua rigorosità ed imparzialità gli ha creato una fama , che non a tutte le persone e’ stata gradita. Io stesso avevo avuto con lui discussioni sui campi di gara.
Poi ho avuto la fortuna di conoscerlo meglio. Da direttore di gara l’anno passato alla Due Giorni Della Val Pellice, ho potuto apprezzare la sua grande disponibilita’, unita alla pluriennale esperienza che ha sviluppato in tutti gli anni di attivita’. Tutto il nostro moto club ha tratto giovamento dai suoi preziosi consigli e rapide decisioni, prese nei momenti cruciali, sempre a favore dello Sport.
La sua gara, di cui scrivevamo poco meno di un anno fa, contro questo male ancora per molti casi incurabile, non l’ha persa. L’avrebbe persa se avesse mollato, se non avesse reagito dopo che gliel’avevano diagnosticata. La sua reazione, la sua tenacia gli hanno permesso di lasciare un ricordo profondo anche in chi lo ha conosciuto solo recentemente.
Avendolo incontrato nelle feste natalizie e avendolo trovato in discreta forma, mai piu’ avremo pensato ad un cosi’ tragico epilogo. Alla mamma, alla moglie Elsa, ai figli Igor e Norma , vanno le nostre sincere condoglianze.

Il funerale sarà alla chiesa parrocchiale San Giovanni Battista di Orbassano, quella nella Piazza centrale, alle ore 10:00 di venerdì 10.

-----------------------------------------------------------------------


con la moglie, Elsa, nel ruolo di giudici al Campionato Italiano
TRIALISTA in gara a Casalborgone il 21-11-82.
STRADISTA: in giro con la sua Honda Shadow...